Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookies per realizzare alcune funzionalità e migliorare la navigazione. Proseguendo con la navigazione si accetta l’utilizzo dei cookies. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra politica sulla privacy. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Sportello

L'obiettivo generale dello Sportello di Ascolto è consentire agli alunni, ai genitori e ai docenti di ridefinire con maggior chiarezza il problema presentato e di considerare le diverse strategie per affrontarlo facendo emergere quanto più possibile le risorse personali interne dell’utente. Il colloquio che si svolge all’interno dello Sportello d’Ascolto non ha fini diagnostici o terapeutici, ma uno scopo di promozione delle risorse personali o ambientali volto ad individuare i problemi e le possibili soluzioni, promuovendo atteggiamenti attivi e propositivi e collaborando con gli insegnanti in un’area psicopedagogia di intervento integrato.

Nello specifico:
- prevenzione di situazione di disagio e sofferenza (fobie scolastiche, malattie psicosomatiche, disturbi del comportamento, etc…)
- sostegno in situazione critiche
- promozione del benessere per migliorare la qualità della vita a scuola con risvolti positivi in famiglia
- orientamento e informazione
In particolare:
- fornire ai ragazzi un’opportunità di ascolto delle difficoltà e dei vissuti personali, di riflessione, di sostegno alla crescita.
- offrire ai genitori uno spazio di ascolto e sostegno per il potenziamento delle competenze educative.
- approfondire con gli insegnanti nuove soluzioni e nuovi strumenti per affrontare le difficoltà con gli alunni.
- favorire la relazione tra famiglia e insegnanti.
Il progetto dello Sportello d’Ascolto, attivo da dicembre 2014 a maggio 2015 presso l’istituto comprensivo “Pacinotti”, ha raggiunto gli obiettivi di prevenzione, sostegno e counseling per genitori e allievi della Scuola Secondaria Pacinotti. L’afflusso ha subito un costante aumento da parte degli alunni per cui è ipotizzabile un effetto di “ritorno” per i prossimi anni da parte di chi ha già usufruito del servizio.